Are you an event organizer?

Evients is the online ticketing service without any activation fee.

See more

ACQUA VIVA (I tappa: La sorgente). Laboratorio di pratiche performative

Arts & Crafts
ACQUA VIVA (I tappa: La sorgente). Laboratorio di pratiche performative

Dates

Wednesday Jun 26, 2024 10:00 am 02:00 pm
Thursday Jun 27, 2024 10:00 am 02:00 pm
Friday Jun 28, 2024 10:00 am 02:00 pm
Saturday Jun 29, 2024 10:00 am 02:00 pm
Sunday Jun 30, 2024 10:00 am 02:00 pm

Description

ACQUA VIVA (I tappa: La sorgente). Laboratorio di pratiche performative

Dopo il laboratorio Non-Tutta, il danzatore e performer Matteo Principi e l'attore e regista Giacomo Lilliù proseguono la condivisione della loro ricerca sulle arti sceniche con Acqua Viva, un percorso di condivisione di pratiche dedicate alla consapevolezza sensoriale e propriocettiva come base del fare performativo.
Il titolo prende ispirazione dal romanzo di Clarice Lispector. Un flusso di parole ininterrotto vanno a comporre una Figura poetica, libera ed estremamente Presente. Mettendo a punto il testo nei suoi dettagli di rappresentazione formale l’autrice regala al lettore un’esperienza estetica attraverso la condivisione di continue epifanie riguardanti il suo stare al mondo.
Allo stesso modo, il laboratorio vuole indagare la possibilità di comporre una Figura scenica presente indagando la connessione tra singoli elementi esperienziali, sviluppati attraverso pratiche di ascolto.
Il lavoro si articolerà in tre tappe da distribuire lungo il corso dell’anno, nel contesto della nuova edizione di AltrØscene.
I tappa: La Sorgente
Il corpo è un canale sensibile, attraverso cui esso conosce il mondo e sé stesso. Ogni luogo, ogni incontro ci modifica e lascia in noi una traccia.
In un primo momento ognuno si porrà in ascolto di stimoli sensoriali e, raccogliendo sensazioni e percezioni quanto più specifiche possibili, andrà a comporre un archivio somatico che si basi su una memoria fisica. Successivamente intendiamo servirci del bagaglio esperienziale raccolto per inoltrarci in sessioni di improvvisazioni guidate finalizzate alla creazione di una Figura scenica.
Nella prima parte della giornata il corpo è estremamente sensibile e disposto alla ricezione di stimoli. Abbiamo dunque scelto la fascia oraria mattutina proprio per sfruttare appieno questo tempo.

Informazioni pratiche
• Quando: dal 26 al 30 giugno, dalle 10:00 alle 14:00.
• Dove: presso il Loop Live Club di Osimo, Via Ugo Foscolo 1, 60027, Osimo (AN).
• Partecipanti: minimo 7, massimo 12. N.B.: il laboratorio è aperto ai soli soci ARCI.
• Costo: 110,00 € (escluso eventuale tesseramento ARCI di 10,00 €).
• Scadenza: compilare il form al link https://forms.gle/aAhx9jNAWP6415rQ7 entro il 20 giugno 2024. L’esito delle selezioni sarà comunicato entro il 23 giugno 2024.

Crediti aggiuntivi
Acqua Viva è realizzato da Anomolo APS in collaborazione con MALTE nell’ambito del progetto AltrØscene.

Bio
Giacomo e Matteo si sono conosciuti quindici anni fa alla Scuola del Teatro Stabile delle Marche e lavorano insieme da sei anni, anche se sembrano molti di più. Insieme hanno realizzato, tra gli altri progetti, Teoria della classe disagiata, adattamento firmato da Sonia Antinori dell’omonimo saggio di culto di Raffaele Alberto Ventura, coprodotto da Marche Teatro. Dal 2024 conducono insieme dei percorsi di formazione e ricerca laboratoriale sulle arti sceniche e performative.
Giacomo Lilliù (1992) è attore e regista teatrale. Formatosi tra l’Italia e Londra, studia con Romeo Castellucci, Julian Hetzel, Adam Megiddo, Silvia Rampelli, Alessandro Sciarroni. Collabora stabilmente con la compagnia MALTE di Sonia Antinori ed è fondatore del gruppo multidisciplinare Collettivo ØNAR. Come attore, recita per Marco Baliani in Paragoghé e L’attore nella casa di cristallo, e per la compagnia belga Ontroerend Goed in TM. Come regista, dirige per la Compagnia della Rancia Tra queste pagine - LEAR, di e con Saverio Marconi e Matteo Volpotti. Tra le sue creazioni, WOE / Wastage of Events, realizzato con Lapis Niger, e Il Teatropostaggio da un milione di dollari, gruppo di ricerca fra creazione teatrale e memetica creato con Pier Lorenzo Pisano, entrambi vincitori di due diverse edizioni del bando Residenze Digitali. Nel 2022 il network FONDO, creato da Santarcangelo Festival insieme ad altre tredici istituzioni nazionali, gli riconosce una fellowship per la sua personale ricerca artistica. È direttore artistico della rassegna AltrØscene del Loop Live Club.
Matteo Principi (1992) si forma presso la Scuola del Teatro Stabile delle Marche e successivamente alla Scuola del Piccolo Teatro di Milano, studiando con Luca Ronconi, Carmelo Rifici, Fausto Paravidino, Serena Sinigaglia, Maria Consagra. Prima e durante l'accademia prende parte a regie di Sonia Antinori (MALTE), Lorenzo Loris, Luciano Colavero. Debutta al Piccolo Teatro con Uomini e no, per la regia di Carmelo Rifici. Lavora nell'audiovisivo in una produzione Prime Video e in numerosi progetti indipendenti. Come attore unisce un interesse per la danza contemporanea e il teatro fisico: frequenta la Flöz Akademie, studia e lavora con Alessio Maria Romano e con la compagnia Balletto Civile, diretta da Michela Lucenti. È attualmente in scena con una produzione Ultima Vez, diretta da Wim Wandekeybus. Frequenta il corso di perfezionamento di http://da.re/ Dance Research, diretto da Adriana Borriello. Si avvicina alla Societas Raffaello Sanzio prendendo parte alla Scuola Cònia diretta da Claudia Castellucci e al percorso teorico e di ricerca performativa II passo curato da Romeo Castellucci e Silvia Rampelli. Laboratori significativi per la sua formazione, oltre a quelli già citati, sono condotti da Filippo Dini, Lee Davern, Oskaras Korsunovas, Oliver Pollack.

This page was generated from publicly available data. Are you the owner of this event?