Do you organize events?

Sell your tickets on Evients at a transparent price!

See more

Courtyard: Italia 90 / op. act: Nobody Cried For Dinosaurs

Concerts
Courtyard: Italia 90 / op. act: Nobody Cried For Dinosaurs

Dates

Event Ended
Saturday 17 Jun 2023 21:00 23:59

Description

✳️ NU * BASE Milano | Courtyard
✴️ ITALIA 90
💠 17/06/2023

Gli ITALIA 90 inaugurano la stagione dei concerti di Estate di Base nel cortile di BASE Milano. La band della nuova scena UK, già considerata di culto - soprattutto in Italia -, dopo i due concerti evento al BIKO torna a suonare dopo tutti i brani del suo repertorio, compresi quelli del nuovo acclamato disco "Living Human Treasure".

Partiamo dal nome, Italia 90, che come riporta Noisyroad in un recente articolo è "un binomio denso di suggestioni, cinque lettere e due cifre che raccontano la fine di un’era e l’inizio di una nuova epoca. Quello in Italia fu il primo mondiale moderno, non solo per la tecnologia avanzata nel campo delle dirette televisive e della comunicazione, ma per l’introduzione del merchandising. Preludio di Usa 94 e del calcio delle sponsorizzazioni, ultimo sospiro di quel pallone per cui spesso ci sale la nostalgia. Italia 90 però fu anche l’edizione con meno gol, la Nazionale perse in semifinale e al triplice fischio di Germania-Argentina iniziarono le prime inchieste su costi, morti sul lavoro e impianti incompiuti. Un antipasto di Mani Pulite.". Tanto basterebbe per comprendere quanto la formazione inglese sia in grado di lasciare il segno immediatamente, solo a pronunciare il suo nome, se non fosse che i ragazzi suonano davvero forte. Il quartetto londinese, formato da amici d'infanzia, dopo aver pubblicato numerosi singoli ed EP che hanno consentito loro di costruirsi costantemente un seguito di culto in Inghilterra e nell'Europa continentale, ha di recente rilasciato il primo LP ufficiale "Living Human Treasure" e sono in giro per l'Europa a presentarlo dopo aver suonato in acclamati festival tra cui Great Escape (Inghilterra), MIL, Milhões de Festa (entrambi Portogallo), Le Guess Who, Left of the Dial (entrambi Paesi Bassi) e FUZZ Fest (Repubblica Ceca). Riviste come DIY Magazine, The Quietus, The Guardian, So Young, hanno elogiato il loro lavoro e Steve Lamacq su 6 Music, Jack Saunders su Radio 1 e Matt Wilkinson su Apple Music 1 hanno riservato ampia copertura alle loro uscite. Uncut e Mojo hanno espresso giudizie lusinghieri unanimi nelle rispettive recensioni degli album mentre nell'Europa continentale, in particolare in Francia e in Italia, la band gode di uno status di culto.
Qualche curiosità sul disco e sull'attitudine della band? Ebbene, si dice che per registrare l'album la band si sia trasferita nello studio residenziale Echo Zoo di Eastbourne e, nonostante i cinque giorni prenotati - periodo di registrazione molto più lungo rispetto alle loro esperienze passate -, l'intero album sia stato registrato in due giorni con il produttore Louis Milburn. Il resto del tempo è stato da loro dedicato a esplorare gli angoli e le fessure dell'edificio e la generosità di strumenti insoliti in giro per aggiungere trame mistiche all'ossatura delle canzoni.
Le canzoni degli Italia 90 mirano ad essere senza tempo. Come il dipinto sulla copertina del loro album d'esordio, che mostra una folla di persone tutte di fronte allo spettatore, l'idea del collettivo ha la precedenza sull'individuo. “Ci tengo molto alle cose che canto”, dice il cantante, Les Miserable, “ma non credo che debba essere io a dirlo. Ho il mio punto di vista e penso che l'ideologia che sto trasmettendo nelle canzoni sia corretta e molto importante, ma non è importante che le dica io. Se lo facessi, sarei già in contraddizione con le cose che dico nelle canzoni”.
Questa filosofia è il segno di una band che va controcorrente e si ferma a considerare davvero le proprie affermazioni, sia musicalmente che liricamente, piuttosto che saltare sulle tendenze. Nel loro album di debutto, gli Italia 90 escono dall'implacabile ed estenuante ruota del criceto e creano qualcosa di fantastico con l'abbondanza di ingredienti già presenti, indicando una strada diversa.

In apertura ci saranno i Nobody Cried For Dinosaurs, per la loro unica data estiva milanese.

Band indie-rock della vecchia guardia anni '00, i Nobody Cried For Dinosaurs nascono a Milano nel 2011 da un'idea di Gabriele Gastaldin e Federico Cavaglià. Il loro debutto è nel 2013, con l'ep Here Comes The Big Bang, una dichiarazione d'amore al pop lo-fi fortemente influenzata dalle band con nomi lunghi e generalmente contenenti la parola "club" all'interno. Nel 2016, pubblicano Ten Billion Years Later, il secondo EP della band-collettivo caratterizzato da sonorità tropicali e ritmi contaminati dalla disco, dal funk e dalla world music. Dopo un anno d'intensiva promozione sui palchi italiani, la band è volata in Giappone per il loro primo tour all'estero. Il 24 aprile 2020, dopo tre anni di hiatus i NCFD hanno pubblicato il doppio singolo, Where Do We Go? prodromo della rinascita del progetto. Tornati dal vivo, per presentare i nuovi singoli Charlie Sheen e Defective Supersight (pubblicati rispettivamente a Maggio e a Ottobre 2022) sono attualmente impegnati nella promozione del loro terzo EP "Ice Age" pubblicato il 25 novembre 2022.

--------------------------------

BASE Milano - via Bergognone, 34, Milano
Apertura biglietteria ore 21:00
Inizio concerto ore 21:30
Prevendita 18€ + ddp in vendita su circuito DICE >> https://link.dice.fm/c791bc4fbc5d

--------------------------------------------
📧 press & info: naouao.nu@gmail.com

Evento in collaborazione con Asap Arts Agency (https://www.facebook.com/asaparts) e BASE Milano (https://base.milano.it/)

This page was generated from publicly available data. Are you the owner of this event?