Dal Sudafrica, Yewande Omotoso presenta «Un lutto insolito»

Culture
Dal Sudafrica, Yewande Omotoso presenta «Un lutto insolito»

Dates

Sunday Sep 11, 2022 06:30 pm 08:30 pm

Description

Ultimo appuntamento di «Plurali Femminili», rassegna culturale che prende vita negli spazi delle Serre e vuole esplorare da una prospettiva intersezionale le dimensioni del femminile, della migrazione e delle identità in trasformazione.

📌 L’iniziativa è organizzata in collaborazione con Wissal Houbabi, poeta, artista e scrittrice, appassionata di cultura hip hop e cultural studies.

📆 DOMENICA 11 SETTEMBRE 📆

📖 Yewande Omotoso, scrittrice, architetta e designer sudafricana, presenta il suo nuovo libro «Un lutto insolito » (66thand2nd Editore).
Dialoga con Federica Zullo, esperta di letterature africane (Università di Urbino).
Traduce Margherita Carlotti.

È la storia di una madre che cerca di conoscere la figlia che non c'è più calandosi letteralmente nella sua vita: così riesce a comprendere meglio anche sé stessa, scavando a fondo nel dolore della perdita e nelle varie forme che assume, che possono essere anche trasformative e catartiche.

🤝🏼 In collaborazione La confraternita dell’uva - Libreria indipendente e la Biblioteca Amilcar Cabral, nell’ambito del Patto per la lettura di Bologna.

Ingresso libero.

🗓️ domenica 11 settembre, ore 18:30
La serre dei Giardini Margherita
via Castiglione 134
Bologna

🛒 Non puoi essere presente ma vuoi la copia del libro autografata?
Acquista online da casa con Bookdealer e passiamo noi a consegnare:
https://www.bookdealer.it/goto/9788832972115/39

📚 IL LIBRO: Yinka non c’è più. Quella sua figlia di una magrezza feroce, alta, bella, la stessa che da piccola passava ore a disegnare, concentrata in modo quasi innaturale sul foglio, è morta. Eppure Mojisola cosa sa davvero di lei, della donna che era diventata?

Dopo che era andata via da Città del Capo, mesi prima, si erano sentite a malapena, telefonate brevi, le solite domande, le medesime risposte: «Sì, ho mangiato. Sì, ho fatto la spesa. Sì, mi copro bene. Il lavoro va bene. Io sto bene». Troppo poco per una madre.

E allora Mojisola va a Johannesburg, si aggira per l’appartamento della figlia, dorme nel suo letto, segue le tracce che ha lasciato sul computer, sul cellulare, come un detective in un poliziesco. Spuntano persone – il misterioso D-Man, con cui Yinka chattava in un sito di incontri, PM, due iniziali dietro cui si cela chissà chi, Zelda Petersen, la brusca padrona di casa con cui instaura un’amicizia a base di tè e marijuana. E dettagli – i disegni di Yinka, le sue abitudini, i suoi segreti.

Calandosi nei panni della figlia, vivendo letteralmente la sua vita, Mojisola riesce a comprendere meglio sé stessa, scavando a fondo nel dolore della perdita e nelle varie forme che assume, ma anche esplorando territori sconosciuti come il risveglio dell’erotismo in età matura, una nuova consapevolezza di sé e dei propri desideri. Una libertà, insomma, che non può cancellare la sofferenza ma può regalarle un futuro.

✍️ L'AUTRICE: Nata nell’isola di Barbados nel 1980 e cresciuta in Nigeria, Yewande Omotoso si è trasferita in Sudafrica con la famiglia nel 1992. Scrittrice, architetto e designer, ha pubblicato Bom Boy nel 2011, aggiudicandosi il South African Literary Award per la migliore opera d’esordio.

«Un lutto insolito» è il secondo libro dell’autrice pubblicato da 66thand2nd dopo La signora della porta accanto (2018), entrato nella longlist del Women’s Prize for Fiction 2017 e finalista dell’International Dublin Literary Award 2018.

****
L'evento è parte di «Plurali Femminili» rassegna nata dalla collaborazione tra Kilowatt e CEFA Onlus, in continuità con il percorso intrapreso nel 2021 con il «Festival Inside Aut» sul tema dei nuovi immaginari legati alla migrazione, con il contribuito di Fondazione del Monte e Regione Emilia-Romagna, con la collaborazione di MUBI, ZOOPALCO, Patto per la lettura e la Confraternita dell’Uva.
Esplora da una prospettiva intersezionale le dimensioni del femminile, della migrazione e delle identità in trasformazione.
Uno sguardo ampio che si sviluppa attraverso sei serate (6 luglio – 11 settembre 2022 alle Serre) e che verrà raccontato grazie ai diversi linguaggi dell’arte: letteratura, musica, cinema, incontri per dare voce e spazio di espressione alle tante donne che vivono a diversi livelli una dimensione di marginalità, e rivendicano con forza il tentativo di costruire nuovi paradigmi identitari.

Le Serre d'Estate sono un progetto realizzato da Kilowatt e fanno parte di Bologna Estate 2022, il cartellone di attività promosso e coordinato dal Comune di Bologna e dalla Città Metropolitana di Bologna-Territorio Turistico Bologna-Modena.

Programma completo degli eventi
👉 https://leserredeigiardini.it/eventi/

This page was generated from publicly available data. Are you the owner of this event?

Have you already downloaded the Evients app?

Don’t miss any events from your favorite venues and profiles.