La notte di San Lorenzo

Cultura
La notte di San Lorenzo

Date

Martedì
10 ago 2021
21:15

Descrizione

Ma io non ho davvero che la poesia come preghiera - ma come posso offrirla? E quando mai la sentirò così vera.. da poterla deporre a quell’altare- di cui non vedrò e forse non vedrò mai i gradini – come un cesto di pigne verdi, una conchiglia, un grappolo?
(Cristina Campo, Lettere a Mita, Adelphi 1999)
Affidiamo la nostra notte di San Lorenzo alle parole di poetesse accomunate dalla religio della scrittura, dalle loro vite appartate, quasi clandestine e dal destino della loro opera spesso dimenticata o solo tardivamente rivalutata e amata. E' una comunanza che si ritrova nei temi: il rapporto intimo e viscerale con la Natura e il continuo dialogo con Dio o con l'elemento spirituale dell'esistenza umana, fucina di senso e contraddizione dell'agire sulla terra. Sono Cristina Campo, Margherita Guidacci, Antonia Pozzi le cui vite si schiudono e si intrecciano, a volte reciprocamente, attraverso le lettere che svelano i processi del loro sentire, le fonti del loro scrivere. Così, nel dare voce al loro mondo, attingiamo alla loro opera poetica e ai loro epistolari e diari. Creiamo una costellazione delle loro parole a disegnare una volta celeste dove la poesia -atto di conoscenza e compassione- ha dimensione di cura, è alternativa al dolore e alla morte, preannuncio di rinascita nel rapporto con la Natura. Dove risuona, insieme alle parole, il canto, armonia sublime di suono e senso e liberazione dalla parola stessa, sua radice.

Questa pagina è stata generata con dati disponibili pubblicamente. Sei il proprietario di questo evento?