Do you organize events?

Sell your tickets on Evients at a transparent price!

See more

Portron Portron Lopez

Concerts
Portron Portron Lopez

Dates

Event Ended
Friday Oct 6, 2023 10:00 pm

Description

Raindogs House/Secondo Piano/Officine Solimano/Savona
http://www.raindogshouse.com/ - http://www.officinesolimano.it/
in collaborazione con DisorderDrama

Una band che ha talento e creatività da vendere, mischiano un free rock à la Captain Beefheart, spigoloso ma anche sbarazzino, ai ritmi della musica africana tra l’afrobeat di Fela Kuti e la psichedelia di Mdou Moctar. Il loro concerto è elettrizzante e vertiginoso. Musica esplosiva, che dal vivo trova la sua formula più riuscita. Con la benedizione dell’ L'Orchestre Tout Puissant Marcel Duchamp!
Loro dicono di fare "caribbean psychedelic garage rock"... Altri hanno parlato di "rock da trampolino".
Pronti a tuffarvi nel loro suono?!

venerdì 6 ottobre
PORTRON PORTRON LOPEZ
https://youtu.be/jQDI4JCyK3w
https://youtu.be/A0A3bnbr1Xo
https://youtu.be/ctvY4DrLcZo
๐Ÿ”‘ Apertura porte ore 21:00
๐Ÿ” Possibilità di cenare con le nostre specialità
๐ŸŽค Inizio concerto ore 22:00
๐Ÿ“ ingresso 5e con tessera arci
โ“Domanda iscrizione: https://portale.arci.it/...readesione/raindogs/
๐ŸŽซ Biglietti On Line: https://www.musicglue.com/...colo-raindogs-house/

Il trio Portron Portron Lopez è nato nel 2011. Ciò che hanno è l’audacia della giovinezza e un solido talento musicale che fa scatenare la folla. al pubblico la musica dei Portron Portron Lopez non fa fare headbanging ma stimola i movimenti orizzontali di scuotimento dei fianchi. Cos’altro può succedere con il ritmo frenetico dell’afrobeat condito con un rock pazzesco e un drumming selvaggio? Le chitarre dei due fratelli Portron si rincorrono "come due macchine da corsa che cercano di superarsi in curva su una strada di montagna" (!), mentre il drumming (selvaggio) di Olivier Kelchtermansof tiene il ritmo imperterrito.

Due dei tre musicisti sono chitarristi che guidano la musica come due macchine da corsa su una strada di montagna cercando di superarsi a vicenda, anche nelle curve. I loro dischi suonano come tutte le velocità possibili in un viaggio a bassa visibilità lungo una scogliera. Nel complesso, è un invito a ballare e a ridere.
“Ice Cream Soufi” è il nome del loro quarto album; i titoli di ogni traccia riassumono la natura anticonformista di tutto questo. Tra “Comment Vas-Tu Rossignol” e “Tayau” c’è tutto un mondo di tamburelli spezzati e rumori delle dita sulle corde a bizzeffe nato dalla simbiosi del trio. Prendono sul serio solo la loro musica nel suo insieme. Il loro suono è solido ma non rigido, eccezionale ma non vanaglorioso e la loro abilità con i loro strumenti brilla in ogni pezzo. I suoni di chitarra possono dipingere il quadro di un capolavoro tagliente con la stessa abilità del sereno paesaggio del tramonto.
Strano in senso positivo, fantastico, grazioso, piacevole: forme curiose e distorte – qualcosa di unico che invoca simultaneamente nel pubblico un sentimento di status privilegiato così come un rossore simpatico. È una calamita potente che cattura l’attenzione di tutti. Accordi incisivi, blues surreali, bella gente. Sorrisi. Note che cercano di trovare un equilibrio tra arte e precisione, melodie concettuali lontane dalle strutture tradizionali.

This page was generated from publicly available data. Are you the owner of this event?