Do you manage a venue?

Try our online pre-sale service and our point of sale system.

See more

RuinsZu (Luca T. Mai - Yoshida Tatsuya - Massimo Pupillo)

Concerts
RuinsZu (Luca T. Mai - Yoshida Tatsuya - Massimo Pupillo)

Dates

Saturday May 25, 2024 09:00 pm

Description

Sabato 25 maggio

live in Astro Club
RuinsZu (Luca T. Mai - Yoshida Tatsuya - Massimo Pupillo)
noise, jazz-core, math-core, prog-metal

I Ruins sono di Tokyo in Giappone e gli ZU di Roma in Italia. Si conoscono perché spesso in tournée insieme dalla fine degli anni '90. Entrambe le band si dedicano alla creazione di forme peculiari che spingono la musica verso i limiti per rompere ogni confine di genere e stile (il loro viene spesso definito prog-metal ma è una definizione superficiale). Da tempo si aspettava che cospirassero e collaborassero ed è così che il fondatore e membro permanente dei Ruins, il leggendario batterista e cantante Yoshida Tatsuya, ed entrambi i fondatori di Zu e membri permanenti Luca T Mai e Massimo Pupillo (rispettivamente sax e basso elettrico) hanno formato la nuova creatura RUINSZU e saranno in tournée in Europa insieme per la prima volta nella primavera del 2024. Suoneranno dal vivo sia Ruins che Zu materiale e anche nuova musica che hanno iniziato a scrivere.

RUINS
-
I Ruins rappresentarono una delle esperienze più importanti del progressive-rock Giapponese degli anni '80. [...] Gli YBO2 (Yellow Biomechanik Orchestra 2) erano nati intorno al 1984 per iniziativa di KK Null (chitarra), Masashi Kitamura (basso e tastiere) e Tatsuya Yoshida (batteria). Si erano conquistati un posto di preminenza assoluta fra gli eredi del progressive rock di King Crimson e Canterbury. Si spinsero anche oltre, pervenendo priva alla cacofonia degli Einsturzende Neubauten e poi persino a una specie di techno ambientale. Yoshida, fra le mille iniziative periferiche, diede vita con Kazuyoshi Kimoto ai Ruins.
Le improvvisazioni sono improntate a uno humour surreale, quasi da cartone animato, sulla falsariga di John Zorn. Oltre al thrash-jazz di costui, i Ruins si rifanno al rock progressivo di Canterbury, ai Faust e alla new age elettronica, stabilendo poco meno che un primato di versatilità. Per completare la somiglianza con i Magma, le liriche sono cantate in una lingua inventata da Yoshida."
Da scaruffipuntocom

ZU
-
Gli Zu sono Massimo Pupillo al basso, Jacopo Battaglia alla batteria, Luca Mai al sassofono, uno dei più avventurosi esempi di post rock all'alba del nuovo secolo, evocando talvolta i leggendari Last Exit con la chitarra di Sharrock's sostituita dal basso di Pupillo. Affinata la propria estetica con una serie di colonne sonore tetrali ("Vladimir Majakovskj", "Il Funambolo", "Histoire du Rock'n'Roll", "Octavia"), finalmente debuttano con Bromio (Wide, 1999), un'opera selvaggia, fragorosa e veloce che ricorda l'apice del jazzcore (Saccharine Trust, Universal Congress, the Ex), con pezzi di free-jazz e funk spruzzati in un contorto mix alla maniera di Captain Beefheart e Contortions. La fama degli Zu inizia a trapelare dall'altra parte dell'oceano, e porta a due collaborazioni con Eugene Chadbourne. Vantando le collaborazioni del sassofonista Ken Vandermark , del trombonista Jeb Bishop e del violoncellista Fred Lomberg-Holm, gli Zu pubblicano il loro secondo album Igneo (Wide, 2002), un tour de force di brutale e destrutturata musica strumentale.
Da scaruffipuntocom

Apertura porte ore 21.00

Ingresso riservato agli associati Federitalia
Biglietti disponibili su Dice
12€ + ddp
15€ contributo in cassa

This page was generated from publicly available data. Are you the owner of this event?