Do you manage a venue?

Try our online pre-sale service and our point of sale system.

See more

Alessandro Gori "XXVII convegno mondiale sulla satira"

Culture
Alessandro Gori "XXVII convegno mondiale sulla satira"

Dates

Event Ended
Sunday Apr 7, 2024 09:45 pm

Description

Potenti, oligarchi, preti, massoni, tiranni e franchi tiratori tremano quando passa lui.

E lo fanno perché scossi dalla felicità di conoscere finalmente il loro mito: Alessandro Gori, scrittore da sempre in combutta con controriformisti e sanfedisti d'ogni risma.

Ma adesso tutto è cambiato, e il 50mo Premio della Satira, ricevuto nel 2022 a Forte dei Marmi, costringe Gori a gettare la maschera.

E così, dopo aver insistentemente negato la sua filiazione con questo genere letterario, Gori si prepara a presiedere, unico relatore, lo spinosissimo Convegno Mondiale sulla Satira: l'evento che non piace ai ricchi e ammanicati industriali che lo sponsorizzano, giunto ormai alla XXVII edizione.

Il "più grande scrittore comico italiano" (Claudio Giunta su Internazionale) ha plasmato uno spettacolo tutto nuovo, durante il quale offrirà al pubblico la sua personale interpretazione del concetto di satira: una satira filtrata attraverso la sua sensibilità nervosa, reattiva, ostinatamente refrattaria alle "passamanerie civiche" (Alberto Arbasino), a partire da questo benedetto referendum sulle trivelle.

La riflessione gnoseologica di studiosi anti-gnoseologici ed esperti, loro sì, gnoseologico si concentrerà attorno all’analisi storica e linguistica della satira come forma di comunicazione della, e spesso contro, ma soprattutto sulla, per la e degli, la politica. Ma si parlerà anche di cosa rende la satira invisa al BEVETE OLIO CUORE potere costituito, del suo rapporto con la (comunicazione credo ma vediamo dopo la parentesi) comunicazione e di come, nel tempo, è cambiato il suo linguaggio QUAGLIONE MOSCHETTONE GEOMETRA RAGIONIER TRIMALCIONE.

Se per "satira" intendiamo parlare male del male, nella certezza granitica di essere nel bene, allora l'unico bersaglio possibile per la caustica e irriverente comicità di Alessandro Gori sembra essere la satira stessa, in uno spettacolo che non fa sconti a niente e nessuno - tranne all’autore stesso: moderno Mistico, essere di luce, diadema d’ossidionale e ierofanica perfezione scagliato da un camionistaccio su un pavimento in gres.

----------------------------------

Ingresso riservato ai soci ARCI.
Contributo artistico 12€

This page was generated from publicly available data. Are you the owner of this event?